Virgo Fidelis – celebrazione nella chiesa di Santa Maria Regina

La celebrazione della Virgo Fidelis, patrona dell’Arma dei Carabinieri, proclamata tale nel 1949 da papa Pio XI, è stata celebrata nella chiesa di Santa Maria Regina a Terni dal vescovo Giuseppe Piemontese, sabato 21 novembre 2020, alla presenza del colonnello Davide Milano comandante della compagnia Carabinieri della provincia di Terni, degli altri ufficiali e rappresentanti dell’Arma locale, dell’associazione Carabinieri in congedo.
La festa della patrona dell’Arma dei Carabinieri, celebra l’affidamento dell’Arma alla Madonna “Virgo Fidelis”, ispirata alla fedeltà che è caratteristica dell’Arma dei Carabinieri che ha per motto: “Nei secoli fedele”.
«Vogliamo affidare a Maria le vostre persone, le vostre famiglie, l’Arma intera, le speranze dei nostri concittadini e di tanti uomini e donne del mondo intero» ha detto il vescovo Piemontese. «Ecco la vostra e nostra Virgo fidelis, donna fedele fino in fondo: in preghiera di fronte a Dio; con il bambino Gesù in braccio; ritta ai piedi della croce. La fedeltà implica una promessa. Una promessa che nel vostro caso ha assunto il carattere sacro del giuramento. Oggi riceviamo da Gesù l’invito a vivere la nostra esistenza a secondo la volontà del Padre, in questo modo ci santificheremo, in questo modo aumenteremo il senso, il significato del vostro servizio, del vostro lavoro, che sarà una missione anche cristiana, vissuta nella pienezza dell’amore e per la diffusione del bene nella società».
Il vescovo ha ricordato anche il centenario della morte di Salvo D’Acquisto “un carabiniere santo” e ha fatto riferimento alla difficile situazione causata dalla pandemia Covid 19 che impone nuovi stili di vita: “La modalità nuova di essere collocati all’interno della società – ha detto il vescovo – ci fa comprendere che siamo tutti interconnessi, sia gli uomini nelle varie società, ma anche con il creato con la natura, che a volte si ribella perché gli uomini le hanno usato violenza. Occorre cambiare stile di vita rispettoso delle leggi della natura e della cura del creato: è un ammonimento la pandemia non è un castigo di Dio, perchè il Signore ci vuole bene sempre”.
Al termine della celebrazione il colonnello Milano ha ricordato il “79° Anniversario della Battaglia di Culqualber”, avvenuta il 21 novembre 1941, in cui il 1° Battaglione Carabinieri Mobilitato cadde quasi al completo in Africa Orientale ottenendo dall’avversario l’onore delle armi.