Celebrazione in preparazione alla Pasqua al Servizio Idrico Integrato di Terni

Il vescovo Giuseppe Piemontese, nell’ambito degli incontri in preparazione alla Pasqua, ha celebrato la messa negli uffici del Front Office Sii. La celebrazione è stata organizzata dal Servizio idrico integrato che, insieme alla Curia
vescovile, ha voluto testimoniare la reciproca vicinanza e l’importanza di un rapporto sempre improntato alla cordialità e alla massima stima. Sono intervenuti il presidente del Servizio idrico, Stefano Puliti, l’amministratrice delegata, Tiziana Buonfiglio, il direttore generale, Paolo Rueca, i responsabili di settore e i dipendenti della società, rappresentanti di Asm, Umbria2 e Aman. Ad accompagnare la messa i canti del coro dell’Istituto Leonino di Terni, diretto dal maestro
Alessandra Luchetti.
Il vescovo, nell’omelia, ha ricordato l’importanza di ritrovarsi per la celebrazione che precede la pasqua anche nei luoghi di lavoro e di servizio. Ha parlato dell’acqua nell’antico testamento nella prospettiva della storia della salvezza, ricordando come Gesù è stato battezzato nel fiume Giordano, e anche l’acqua e il sangue che escono dal costato di Gesù trafitto sulla croce “fanno riferimento ai due sacramenti fondamentali mediante i quali il Crocefisso ci salva: il Battesimo e l’Eucaristia”.
Ha quindi ricordato la venerazione e il rispetto di San Francesco per l’acqua, che chiamava sorella e che nel cantico delle creature la loda come  “molto utile, umile, preziosa e casta”. Ha invitato quindi ad avere attenzione per questo bene prezioso “che rappresenta per voi non solo un lavoro ma anche una missione per la salvaguardia dell’acqua come bene comune”.
Al termine della celebrazione è stato donato al vescovo un camice in pizzo, mentre il vescovo ha donato la riproduzione del crocifisso francescano di San Damiano.