Amelia – al centro culturale santa Fermina uno spazio solidale per coworking e didattica a distanza

Continuare a combattere contro la crisi provocata dalla pandemia: questo il desiderio che ha mosso la parrocchia di San Francesco d’Assisi in Amelia a realizzare lo spazio solidale per coworking e DAD presso il centro culturale Santa Firmina.
Il COVID-19 ha messo piccoli e grandi nella condizione di dover affrontare sfide emergenti. In particolare, le misure adottate per arginare la pandemia, hanno costretto studenti e lavoratori a svolgere le «attività a distanza» pur di rimanere connessi con il mondo, con gli altri e continuare a «vivere» nonostante tutto. Il rischio, tuttavia, è quello di aumentare le disuguaglianze: tante famiglie, infatti, non hanno la possibilità di accedere alla strumentazione necessaria per la DAD o per lo smart Working.
È venendo a contatto con questo tipo di necessità, che la Parrocchia ha deciso di farsi vicina alla propria comunità e mostrare il volto del Padre che si prende cura dei suoi figli, attraverso la creazione di uno spazio solidale dove studenti e lavoratori hanno a disposizione postazioni multimediali dotate di PC e di connessione internet per poter continuare i loro percorsi formativi e lavorativi.
Il progetto – in parte finanziato dalla Diocesi di Terni-Narni-Amelia e dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Terni e Narni (CARIT) – è realizzato in collaborazione con la giovane associazione di promozione sociale «YellowBox», nata con lo scopo di unire forze e intelligenze per aiutare le persone in difficoltà economiche e lavorative a perseguire l’autosufficienza economica e morale, sfruttando in particolare le opportunità che le nuove tecnologie mettono a disposizione.
Sono predisposte 5 postazioni multimediali a disposizione di studenti, universitari e lavoratori a costo zero. Il desiderio è che questo diventi non solo un ambiente di condivisione di spazi fisici, ma un luogo dove ci sia uno stile di lavoro solidale, di vera condivisione formativa e lavorativa dove ognuno – mosso da uno spirito altruistico – possa mettere in comune le risorse per affrontare problemi, condividere esperienze, crescere insieme come comunità.
All’interno del Centro, inoltre, è stata allestita anche una sala registrazione dotata di green screen video, a disposizione di quanti ne avranno necessità. La strumentazione a disposizione, unita alle competenze dei volontari dell’associazione «YellowBox», consentirà anche di realizzare dei corsi base per VideoMaker e Youtuber attraverso i quali i partecipanti potranno approcciarsi in modo sano ed equilibrato a un settore che si sta sempre più diffondendo, e di acquisire semplici competenze utili anche da un punto di vista formativo e lavorativo.
Se la pandemia da un lato, ci ha messi di fronte a grandi difficoltà, dall’altro ci ha dato una grande possibilità: quella di riscoprire il valore della solidarietà, la bellezza del sentirsi comunità, la ricchezza della responsabilità collettiva.
“Ci siamo resi conto di trovarci tutti sulla stessa barca, tutti fragili, tutti disorientati, ma allo stesso tempo importanti e necessari, tutti chiamati a remare insieme […] ci siamo accorti che non possiamo andare avanti ciascuno per conto suo, ma solo insieme” (Papa Francesco, 27 marzo 2020). Che queste parole pronunciate da Papa Francesco in una Piazza San Pietro deserta, possano oggi e sempre riecheggiare nei nostri cuori per spingerci a tendere sempre la mano verso chi ha bisogno… e scoprire, così, che a riempirsi sarà proprio la mano che saremo stati capaci di tendere verso l’altro.

Padre Mauro Russo sdv