Categoria Omelie

Corpus Domini 2018 – celebrazione nella chiesa di San Francesco a Terni

Lo scorrere dell’anno liturgico ci ha condotti a immergerci nel mistero di Dio Uno e Trino. Creature che sono illuminate, raggiunte e riscaldate dalla luce, dal calore e dal benessere di Dio Padre, Figlio e Spirito Santo.
Dio Padre che invia suo Figlio. Il Figlio che per amore assume la natura umana e si dona con amore per ogni uomo. Lo Spirito Santo che col fuoco dell’amore mantiene nell’esistenza l’umanità e la guida nel pellegrinaggio verso la vita beata di Dio, inserendola in una alleanza-amicizia profonda con Dio Creatore.
Questo mistero di relazione con Dio nella festa del Corpus Domini viene vissuta come Festa dell’Eucarestia, festa della Nuova ed eterna Alleanza, festa della Chiesa dei discepoli.

La Chiesa su questa terra è per costituzione il popolo di Dio in cammino ve...

Leggi >

Funerale mons. Gianni Colasanti – omelia del vescovo

La morte di don Gianni, preceduta da un tempo di sofferenza, pazientemente sopportata in comunione con la Passione di Cristo, rappresenta per tutti noi il suo ultimo atto di magistero e di annuncio evangelico. In questa celebrazione, mentre manifestiamo attraverso la preghiera il nostro amore per lui, vogliamo cogliere le sue ultime provocazioni e l’annuncio della speranza cristiana.

La sua vita, ricca di doni e di ministero, si è palesata ad un’intera generazione di Ternani.
Possiamo sintetizzarla su tre movimenti di una sinfonia, che si è alternata e intrecciata a beneficio della società e della Chiesa: sacerdote – studioso – maestro.

Il Libro dell’Apocalisse, che proclamiamo nel tempo di Pasqua (Seconda Lettura) invita i credenti, avvolti dalle prove quotidiane, a proiettare ...

Leggi >

Narni – pontificale di San Giovenale 2018

Cari fratelli e sorelle,
Signor Prefetto, Sindaco, Autorità civili e militari, responsabili della Festa,
L’amore e la devozione per il nostro santo patrono Giovenale ci ha radunati sul suo sepolcro nel giorno della sua festa. Ognuno di noi è qui per rinnovare e prolungare una storia di amicizia e relazione con san Giovenale; ha ragioni di fede e di speranza che lo portano ad un dialogo pieno di confidenza, fiducia e attesa: gratitudine e lode, invocazione e richiesta di grazie.

La cattedrale gremita non manifesta solo la devozione per il santo patrono.
Rinnova l’unione dell’antico e valoroso popolo narnese, credente e devoto,
il rafforzamento della identità cittadina, che ha le sue radici nell’azione civile e pastorale del santo vescovo Giovenale, nelle tradizioni cristallizzate n...

Leggi >

Pasqua 2018 – celebrazione della veglia pasquale

La nostra presenza qui questa notte, incontrare il Risorto, fare l’esperienza dei discepoli: lasciarci rivestire di Cristo, facendo memoria dei sacramenti pasquali: battesimo – Eucarestia.
Siamo discepoli del Risorto? Crediamo nella presenza viva in mezzo a noi del Signore Risorto? Siamo veramente convinti che la nostra vita è destinata alla risurrezione? E’ qui il discrimine tra il nostro modo di essere e gli altri che non credono e non hanno speranza.
Gli Evangelisti non intendono fare un rendiconto di cronaca, usano una modalità propria per narrare e annunciare la propria fede nella risurrezione.

Le donne andavano a fare visita al sepolcro.
Marco dice: andavano ad ungere il corpo morto di Gesù, ad imbalsamarlo
L’unica cosa capace di fare un uomo, è imbalsamare, costruire un mo...

Leggi >

Pasqua 2018 – celebrazione del Venerdì santo

Leggi >

Pasqua 2018 – messa in Coena Domini

Inizio del Triduo Sacro di Gesù Cristo crocifisso e morto – Sepolto – Risorto
Non una preparazione alla Pasqua, ma la celebrazione della Pasqua in tre giorni, in cui Cristo “morendo ha distrutto l morte e risorgendo ha ridato a noi la vita” (prefazio pasquale).
Nel segno della cena si anticipa la passione, la morte e la risurrezione di Gesù. Gesù rinnova la Nuova ed eterna alleanza.

Seconda Lettura:
Fratelli, io ho ricevuto dal Signore quello che a mia volta vi ho trasmesso: il Signore Gesù, nella notte in cui veniva tradito, prese del pane e, dopo aver reso grazie, lo spezzò e disse: «Questo è il mio corpo, che è per voi; fate questo in memoria di me».

Allo stesso modo, dopo aver cenato, prese anche il calice, dicendo: «Questo calice è la Nuova Alleanza nel mio sangue; fa...

Leggi >

Pasqua 2018 – messa crismale

Un tempo era il sangue dei capri e la cenere di un vitello ad aspergere quanti erano immondi. Serviva però solo a purificare il corpo. Ora invece, per la grazia del Verbo di Dio, ognuno viene purificato in modo completo nello spirito.
Seguiamo anche noi il Signore, cioè imitiamolo, e così avremo trovato il modo di celebrare la festa non soltanto esteriormente, ma nella maniera più fattiva, cioè non solo con le parole, ma anche con le opere”.
(Dalle «Lettere pasquali» di Sant’Atanasio, vescovo (Lett. 14, 1-2; PG 26, 1419-1420) (Celebriamo la vicina festa del Signore con autenticità di fede)

Cari fratelli Presbiteri e diaconi, ministri vari, religiosi, religiose, fedeli tutti,
Anche quest’anno inizio l’omelia richiamando un brano delle «Lettere pasquali» di Sant’Atanasio, vescovo, ...

Leggi >

Pasqua 2018 – celebrazione in Acciaieria della domenica delle Palme

Siamo qui non solo per rinnovare una tradizione, ma per celebrare il mistero centrale della nostra fede: la Messa, memoria e attuazione della pasqua di Gesù Cristo, passione morte e risurrezione.
La celebrazione avviene in questo luogo, una seconda cattedrale della nostra città, dove quotidianamente, in maniera sentita e visibile, si celebra la liturgia del lavoro umano. Qui si rinnova il mistero cristiano: della creazione (invenzione e trasformazione di nuovi manufatti);
della incarnazione del Figlio di Dio quale operaio e artigiano tra operai;
della passione, cadenzata da fatica e sofferenze;
qualche volte anche della morte (ultimamente ho celebrato il funerale di Gianluca Menichino, 9-1-2018)
e della risurrezione e della vita per le nostre famiglie, della società e per tante realtà ch...

Leggi >

Precetto pasquale dei militari 2018

La Pasqua, celebrazione annuale del tema-mistero centrale del cristianesimo: ricordo, memoria della Passione, morte e risurrezione di Gesù Cristo, evento fondativo del Cristianesimo, carta costituzionale di noi come popolo di Dio, la Chiesa, comunità cristiana.
Questa non è solo celebrazione, come quelle alle quali partecipate e che siete chiamati a custodire:
– 4 novembre, festa delle Forze Armate
– 25 aprile, anniversario della liberazione
– 2 giugno: festa della Repubblica
Queste sono riproposizione di un fatto-evento; ricordo dei principi e ideali racchiusi nell’evento; custodia e riproposizione alle generazioni contemporanee di quegli ideali e valori, ad es. la Costituzione, elementi della identità civile e nazionale.

La Pasqua è l’evento fondante del Cristianesimo: passato, che...

Leggi >

Funerale di Luca Quondam Domenico

Siamo qui a pregare per Luca, in questo chiesa che lo ha visto formarsi come cristiano quale membro dell’Azione Cattolica Ragazzi, insieme a tanti amici. L’amicizia con il Signore Gesù che ha posto le radici negli anni dell’infanzia e della prima adolescenza, oggi diviene definitiva e irrevocabile quale segno di predilezione e di salvezza per Luca e di conforto per i suoi genitori e per tutti noi, che ne piangiamo l’improvvisa e prematura dipartita. Vogliamo lasciarci illuminare dalla preghiera e dalla Parola di Dio, che è luce al nostro cammino sulla terra e verso l’Eternità.

Compiamo un ultimo gesto di amore per Luca, la liturgia del commiato, dire con amore arrivederci a Luca, in un abbraccio collettivo, marcato dal dolore e bagnato dalle lacrime per la sua partenza improvv...

Leggi >